Chi sono


Mi chiamo Patrizia ed ho 22 anni. Dalla nascita soffro di Intolleranza al Lattosio e Proteine del Latte e Sindrome del Colon Irritabile. Ho creato questo blog perchè da qualche anno si sono scatenati nella mia vita un serie di eventi a catena che hanno completamente stravolto la mia salute ed il mio modo di vivere, eventi che mi hanno spinta a fare ricerche e conoscere gente, eventi grazie ai quali mi sono resa conto che la medicina che curava il mio mal di pancia da bambina non era un semplice fermento come tanti altri, ma il rimedio che per vent’anni mi ha permesso di avere una vita ed un’alimentazione completa e normale!

Annunci

29 Risposte so far »

  1. 1

    Roberta said,

    Ciao Patrizia, molti anni fa soffrivo di cistiti molto forti e un urologo da cui ero andata mi ha prescritto Colopten, perchè queste cistiti secondo il suo parere erano provocate dall’intestino irritabile, e da alimenti al quale ero intollerante tipo il latte. Con Colopten ero stata subito bene, adesso ne avrei bisogno di nuovo perchè non c’è nessun farmaco contro le cistiti che mi risolve il problema.

  2. 2

    colopten said,

    Ciao Roberta, benvenuta! ti capisco perfettamente perchè anche io ho i tuoi stessi problemi, ed il Colopten era la mia salvezza, soprattutto per il colon irritabile e l’intolleranza al lattosio, te prendendo questo farmaco curavi anche le intolleranze e l’intestino irritabile oltre la cistite? se vuoi unirti alla nostra battaglia consulta la sezione “iniziative” del blog, troverai diversi indirizzi a cui inviare lettere per chiedere aiuto così da far conoscere questo fermento e far si che torni in commercio, a breve organizzeremo anche una catena di volantini. Grazie e a presto!

  3. 3

    eddolo said,

    ciao, mi chiamo paolo, non so se ho il colon irritabile o meglio ancora non ne sono certo ma i controlli direbbero di si, volevo unirmi per conoscere colopten e utilità per il problema
    grazie!

  4. 4

    colopten said,

    Benvenuto Paolo! tutto quello che c’è da sapere sul colopten è scritto nel blog, per ulteriori chiarimenti non devi far altro che scrivermi qui le tue domande. Io mi occupo solo di ciò che riguarda il farmaco, articoli di altro genere sono solo a titolo informativo perciò per consigli medici consultate sempre specialisti, so che è difficile trovare persone disposte ad ascoltarci e comprendere questo genere di problemi, i dottori spesso sono i primi a sottovalutarli e sminuirli, ma con un poco di pazienza l’equilibrio si può trovare, anche se a costo di grosse rinunce; condividere questi problemi con altri può essere d’aiuto ma non fondamentale data l’individualità del problema sia in termini di intolleranze che di colon irritabile, perciò il mio consiglio è di non affidarsi totalmente a ciò che si sente dire da altri, seppure con i nostri stessi problemi, (ad es. i forum dove la gente da consigli giocando al dottore) ma ascoltare sempre prima le indicazioni di un professionista, poi valutare da se il modo di seguirle così da trovare la giusta strada, nessuno è miglior medico di se stesso, non c’è niente di più vero specialmente per questo genere di problemi, ma avere un medico che ci segue e ci appoggia nella ricerca del benessere è importante. Ciao e grazie per il tuo contributo, spero di esserti stata d’aiuto.

  5. 5

    Rocco Giuseppe said,

    Ciao Patrizia, oggi digitando “colopten” mi sono imbattuto nel tuo blog: Ho 46 anni e in passato ho sofferto di colon irritabile, oggi molto di meno, ma ho una bellissima bambina di 9 anni che pur non accusando dolori e soggetta a tanto Meteorismo ed è così che ho pensato al Colopten, prodotto che ritengo ottimo poichè aveve risolto il mio problema. Ma se ho capito bene non è più in commercio?

  6. 6

    colopten said,

    Ciao Giuseppe, si…purtroppo da qualche anno il colopten non si trova più in commercio, spero possa tornare al più presto, sto facendo il possibile…per tua figlia hai già sentito uno specialista? io solo per esperienza personale, perchè non sono un medico, posso consigliarti di stare molto attento alla sua alimentazione, se ha molta aria nella pancia devi limitare i cibi che fermentano molto o quelli irritanti, io vado avanti a camomilla…ed inoltre puoi provare con qualche altro fermento, ciao e un abbraccio alla tua piccola!

  7. 7

    NICOLETTA GHERARDI said,

    SONO A FAVORE PER RIAVERE IL COLOPTEN IN COMMERCIO.
    L’HO PROVATO TANTI ANNI FA E ADESSO CHE NE AVREI PIU CHE MAI BISOGNO
    HO SCOPERTO CHE NON ESISTE PIU.
    IN CHE MODO POSSIAMO SOLLECITARE LA PRODUZIONE DI QUESTO PRODOTTO?
    HO TROVATO QUESTO BLOG PER CASO, CERCANDO INFO SUL COLOPTEN
    E SONO STUPITA DI COME UNA COSA CHE FUNZIONAVA COSI BENE SIA STATA
    TOLTA.
    CIAO NICOLETTA

  8. 8

    antonella said,

    Ciao mi chiamo Antonella sono di Piacenza e soffro di colite e colon irritabile e con Colopten riuscivo a stare bene. da quando non è più in commercio, il mio medico mi ha prescritto altri farmaci ( fermenti e rilassanti) , ma non ho avuto la stessa risposta benefica che mi dava Colopten.
    Ho chiesto diverse volte in farmacia il perchè di questa sospensione, ma non ho avuto essuna risposa precisa.
    Voglio unirmi a questa “battaglia”, magari anche spronando i medici, che si prodighino, affinchè questo farmaco ritorni in commercio.
    Ho trovato questo blog per caso, cercando informazioni su Colopten e sono contenta di aver scoperto che altre persone, come me, ne hanno avuto beneficio.
    Passerò parola ad altri della presenza di queto sito, anche ad altre persone che sperano in un ritorno di Colopten.
    Saluti a tutti.

  9. 9

    Alessandra said,

    26 anni…da sempre tutti questi problemi in particolare la diarrea, la mia vita sociale è limitata…tante scuse per non andare a mangiare con gli amici, altrimenti finisco in bagno e poi mi sento tanto a disagio che per un pò non esco…insomma tante piccole cose che mi stancano anche solo scriverle…ho voglia di un gelato che non mangio da 4 anni (e non voglio sentir parlare di quelle schifezze di soia!…che poi mi fa male anche quello)…e poi sono molto magra e con tutti questi mal di pancia mettere su un chilo è una fatica bestiale!!!insomma…eccomi qua…sono come tutti voi…almeno non sono sola…ma avrei preferito che ci fosse un rimedio a questo problema!ciao ciao

  10. 10

    GIUSEPPE said,

    Cara Patrizia, sono molto arrabbiato con te per due ragioni. La prima é dovuta al fatto che ti ho conosciuta solo adesso. La seconda é invece connessa alla grafica del tuo blog: non puoi usare il nero anziché il grigio?
    Ora la questione più seria. Io come te, certamente per altre ragioni manifestatesi a partire dal 1977 (avevo 34 anni), ho sempre sofferto di dispepsie varie e di meteorismo (di tipo “bellico”). Mi sono difeso in tanti modi (che non ti descrivo perché li conosci tutti) ma solo ora conosco il Colopten che, stando a quello che tu dici, mi avrebbe consentito una qualità di vita ben diversa. Ma veniamo al dunque! In Italia ci sono parecchie fabbriche di farmaci. Cosa ne dici se sottoponiamo a qualche agguerrito direttore di marketing di pensare a riprodurlo?

  11. 11

    colopten said,

    Ciao Giuseppe, come ho già scritto da qualche parte la situazione non è facile, io ho già contattato tutte le case farmaceutiche e i centri di ricerca presenti in Italia, i pochi che hanno prestato attenzione a questa vicenda non hanno i mezzi per aiutarci perchè la revoca del Colopten è dovuta al cambiamento delle norme europee sulle purificazioni batteriche, ciò vuol dire che Il prodotto per tornare in commercio deve essere sottoposto a una nuova sperimentazione che segua le nuove procedure.

  12. 12

    GIUSEPPE said,

    Ciao Patrizia. Di me dicono che sono un vulcano di idee, qualcuna buona! Ci provo.
    Tu dici che chi potrebbe non ha i quattrini: bisogna quindi procurarli. Chi li procura deve essere un collettore di raccolta di versamenti volontari e del 5 pm, quale ONLUS. Chi soffre il nostro problema è sicuramente sensibile a collaborare in vista della disponibilità del rimedio, vale a dire che, quanto meno, si può contare sul loro supporto economico diretto (versamenti volontari e 5pm). Rimedio:
    Costituiamo una ONLUS, diamole visibilità web, facciamo telemarketing per raccolta fondi, scegliamo serio laboratorio di ricerca e aspettiamo lavorando sempre al progetto. Se riusciamo ad avere il prodotto, di proprietà della ONLUS, lo facciamo distribuire riservandoci un quid che tesaurizziamo per far vivere l’ONLUS e per fare beneficienza a favore…dei bambini affetti da malattie congenite dell’apparato digerente (p.e.). Che ne dici fin qui?

  13. 13

    colopten said,

    La tua è senza dubbio un’idea valida, e può servire, ma prima, la cosa più importante che io sto cercando di fare in tutti i modi senza riuscirci è arrivare al ministero della salute. Il punto è che nessuno a parte noi di questo blog conosce i benefici reali del Colopten, e quello dello scetticismo e dell’incomprensione a volte diventa un ostacolo insormontabile. E’ da non credere eppure non avete idea di quanto sia difficile far capire che questo Colopten, una semplice fiala d’acqua distillata addirittura per lattanti potrebbe curare con pochissime somministrazioni i disturbi più disparati tanto da poter essere più venduto dell’aspirina. Molti hanno respinto le mie lettere dicendo che secondo loro la ricerca in questo momento non è interessata a un tale prodotto, altri dicendo che con le nuove procedure il farmaco potrebbe perdere le sue proprietà altri ancora dicendo che l’enterogermina (efficace neanche un millesimo del colopten) rende i miliardi solo perchè è famosa, insomma il punto è che prima di raccogliere i fondi bisogna assicurarsi la ricerca e l’unico modo per farlo è avere l’aiuto del ministero, così da poter avere tutti i mezzi possibili, in fatto di informazione, visibilità, ricercatori, pareri medici, fondi ecc…il ministero è come il ponte di vedetta se accorda lui l’importanza del prodotto la ricerca la può fare chiunque anche all’estero, insomma se al mondo c’era un’altro prodotto come il colopten non saremmo tutti in cerca di un qualche rimedio ma esisterebbe una cura ufficiale!

  14. 14

    GIUSEPPE said,

    Il ministero della salute interviene laddove esistendo un prodotto in attesa di approvazione ne autorizza la sperimentazione su cavie animali prima e su cavie umane dopo per verificarne l’efficacia. Ma deve esserci il prodotto. Nel nostro caso il prodotto non c’è più, il ministero non può ripristinare norme abrogate dalla CEE, per cui con il vecchio procedimento niente COLOPTEN!.
    Forse occorre cercare la sponsorizzazione del Ministero della Ricerca Scientifica perchè in questo caso si potrebbero coinvolgere centri sperimentali pubblici, università, fondazioni e via dicendo. La via più breve è una sola: soldi. Per fare soldi (che il ministero non ti dà perchè non ne da abbastanza neanche per le ricerche sul cancro) devi raccoglierli. Per raccoglierli li devi chiedere sensibilizzando l’opinione pubblica versamenti volontari. Una volta raccolta la somma si può finanziare il progetto incaricando un serio e accreditato centro di ricerca. Il resto viene da sé, almeno lo spero. Fammi sapere la tua opinione (però sei in gambissima nonostante la tua giovane età. Hai molta grinta e prometti molto bene. Uniamo le nostre forze e vedrai che…potremo dire di averci provato. C’è moltissimo da dire, ma non amo le lungaggini. Se fin qui sei d’accordo procediamo in questa direzione. Sennò fammi una proposta concreta. Ciao

  15. 15

    colopten said,

    No, non mi hai capita, io non ho mai parlato di ripristinare le norme abrogate! e non è vero che noi non abbiamo più un prodotto, noi abbiamo una formula, la Formula del Colopten, proprio come se avessimo la ricetta della bavarese alle fragole, la sperimentazione serve per riprodurre la nostra “ricetta” seguendo le nuove procedure così da verificare se il risultato finale sarà lo stesso o no anche se quest’ultimo poi si chiamerebbe caloptun, o colonplus. L’AIFA, con cui ho avuto contatto ha detto chiaro e tondo che l’unica strada che ci può dare questa possibilità è il ministero della salute e tramite contatti politici perchè qualsiasi richiesta e comunicazione, lettera o e-mail che arriva al ministero viene rigirata all’AIFA e sarebbe pertanto inutile. Come ho già detto noi abbiamo un ostacolo: quasi nessuno conosce il prodotto e ancora meno sono quelli a sapere che sulle persone ha avuto gli effetti che andiamo qui discutendo, il ministero delle salute è la meta primaria perchè il primo obiettivo da raggiungere è quello di rendere note le proprietà del farmaco scoperte fuori indicazione, arrivati a quel punto vedremo le strade che si potranno prendere, il punto è che al mondo c’è già chi fa ricerca per trovare soluzioni ai nostri problemi si pensi ai probiotici, gli integratori di lattasi o all’L triptofano, solo che tali rimedi seguono una “strada vecchia”, il principio del colopten, quello del vaccino colibacillare rappresenta il nuovo, la strada nuova, quella del metabolismo del colon scoperto solo di recente, è fondamentale far sapere che il colopten ha avuto questa funzione perchè così la ricerca potrà spostarsi in questa nuova direzione, può anche darsi che sulla base della formula del colopten si sviluppi un prodotto ancor più efficace ecco perchè non bisogna accanirsi sui fondi e il colopten in se.

  16. 16

    marco said,

    Carissimi amici di sventura sono veterano di colon irritabile ed intolleranze varie…purtroppo non ho mai provato il colopten ma ho seguito tutta la vicenda ..per non farla troppo lunga vi invito a consultare questo sito http://www.mutaflor.ca perchè forse ho trovato una valida alternativa al colopten..mi riferisco a questo mutaflor probiotico tedesco a base di escherichia coli pero’ ho bisogno della vostra impressione visto che,a differenza mia, avete conosciuto bene il colopten…aspetto i vostri commenti su questa piccola speranza di aver trovato qualcosa che ci possa aiutare a vivere un po’ meglio..a presto marco

  17. 17

    marco said,

    Volevo segnalare la presenza di alcuni prodotti a basa di escherichia coli all’estero….si tratta per lo piu’ di probiotici per uso intestinale e per cistiti quindi piu’ o meno come il colopten…tra questi quello piu’ affidabile mi è sembrato il MUTAFLOR probiotico tedesco con alle spalle una storia di quasi 80 aa..e soprattutto moltissime pubblicazioni scientifiche che dimostrano la sua efficacia in tutte le malattie infiammatorie intestinali…è molto simile anche ad un altro prodotto che nn si trova piu’ il simbiotiflor…per gente come noi che abbiamo sperimentato di tutto forse val la pena provare anche questa strada che è sicuramente piu’ breve di quella che prevede il ritorno in commercio del colopten..

  18. 18

    Luigi said,

    Salve voglio lasciare anchio il mio commento, ho usato Colopten circa 6 anni fa per problemi di cistite recidivante e posso dire a voce alta che i miei problemi sono scomparsi, ora a distanza di questi anni mi è riotrnata la cistite e nn ci sono antibiotici capaci di fermarla mi sono ricordto del colopten ma ho trovato questa amara sorpresa non si trova piu. Speriamo di riuscire a toccare le coscienze di qualche politico a cui augurare i nostri problemi e cosi si possa interessare a far ripristinare un prodotto che da salute, grazie per l’attenzione

  19. 19

    Claudio said,

    Qualcono che ha utilizzato Colopten precedentemente può riferire se con l’assunzione di MUTAFLOR oggi può provare la sua efficacia?

    Cordilamente Claudio

  20. 20

    fulvio said,

    Da qualche anno soffro di irritabilità del colon, ora ho scoperto di essere intollerante al lattosio e ai lieviti.
    Da molti sento dire ci fosse il Colopten……intanto mi sto svenando in integratori e fermenti lattici vari che non danno risultati.
    Qualche miglioramento l’ho avuto con la Colifagina, ma ora non trovo più nemmeno quella.
    Saluti.

  21. 21

    luigi said,

    ti posso consigliare di consultare l’AIMO, associazione internazionale medicina ortomolecolare, in più secondo la mia esperienza personale ti consiglio di provare con l’Aloe Vera distribuita da varie ditte che troverai su internet alla voce “Aloe Vera”, questo prodotto non è un medicinale, ma ha la caratteristica di purificare l’organismo da qualsiasi catabolita che ristagna nei tessuti del corpo, cioè elimina la causa e con essa il sintomo, per maggiori chiarimenti trentasettetre@libero.it, Luigi Cristiano

  22. 22

    fabrizia said,

    ciao sono fabrizia ho visto questo blog troppo tardi purtroppo, come te soffro di colon irritabile e ho scoperto di essere un anno e mezzo fa anche intollerante al lattosio. intolleranza che è diventata sempre più forte tanto che mi ha costretta ad eliminare qualunque traccia presente nel cibo. il colon irritabile è nato nello stesso periodo, divenuto più forte per lo stress universitario ma ora è impossibile aver un completo controllo sulla mia pancia. Arrivando al dunque leggendo questo post ho trovato questo colopten, tutti ne hanno parlato in maniera positiva e trovo che potrebbe essermi d’aiuto se solo fosse in commercio. Si hanno notizie a riguardo? spero di sentirti

  23. 23

    colopten said,

    Ciao Fabrizia, no mi dispiace…nessuna notizia! il capitolo colopten è definitivamente chiuso…

  24. 24

    Ciao patrizia, sono alcuni anni che non ti si sente, ti sei arresa. O hai trovato un altro farmaco? Grazie

  25. 25

    colopten said,

    Come ho già detto in passato il capitolo colopten è chiuso per sempre…sarebbe più semplice far cambiare la legge della comunità europea che lo ha reso illegale piuttosto che trovare qualcuno che torni a fare 20 anni di sperimentazione con il rischio che si riveli dannoso producendolo con nuovi metodi! Non ho cancellato il Blog solo perché magari qualcuno poteva trovarvi qualche informazione utile. Personalmente anche se capisco che potrebbe non essere la soluzione per tutti sono riuscita a ritrovare la salute con delle tecniche di riprogrammazione dell’ inconscio.

  26. 26

    Ciao, scusami se continuo a farti domande, ma cos’è la riprogrammazione dell’inconscio? Come funziona e, ha avuto risultati ottimi o ti ha solo alleviato un pò i problemi? Grazie

  27. 27

    colopten said,

    Non solo sto bene, ho ottenuto risultati che neanche osavo sperare, sto meglio di quando mi curato con il colopten è mangio cose che non avevo mai assaggiato prima…mia madre ancora non riesce ad abituarsi a vedermi bere il latte la mattina per colazione! Per altre informazioni contattami in privato trizia86@gmail.com

  28. 28

    Sergio said,

    Raccogliamo firme per far produrre ancora il farmaco.

  29. 29

    Manuela said,

    Ciao patrizia ci sono novità su questo problema che ci affligge? Io sono esausta di vivere in questo modo!


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: