Cos’è il Colopten

Il Colopten è un vaccino colibacillare, ma comunemente viene considerato un fermento come tanti altri o al massimo specifico per il trattamento delle diarree nei lattanti, assolutamente atossico e privo di controindicazioni. Proprio per la sua composizione semplice ed innocua, nonostante poi le sue proprietà siano più che efficaci, viene spesso osservato come farmaco di poco conto, tutt’altro che indispensabile. Il Colopten entrò in commercio all’incirca 27 anni fa, ed all’epoca era giustificabile il suo impiego diretto alle sole turbe intestinali, non si conosceva nemmeno l’esistenza delle intolleranze alimentari…ma oggi è bene far luce su di un nuovo aspetto di questa medicina, per qualcuno, me ad esempio, veramente miracolosa. La particolarità che contraddistingue questo “fermento” è nella sua composizione, esiste infatti qualcosa di simile come la Colifagina, ma io ve lo posso testimoniare, non ha lo stesso effetto; la combinazione di ceppi batterici (frazioni antigeniche purificate) che compongono il Colopten hanno la peculiarità di comportarsi nel nostro intestino come una sorta di vaccino che stimola la produzione di batteri “buoni” (anzichè creare anticorpi specifici verso un determinato patogeno come succede nei vaccini in senso tradizionale) che rafforzano la flora batterica creando così una sorta di protezione che permette ai soggetti affetti di intolleranze alimentari, di ingerire la sostanza a cui si è “avversi” per un determinato lasso di tempo ed in determinate quantità variabili da soggetto a soggetto senza riceverne danno. Può essere assunto tranquillamente anche per lunghi periodi di tempo, perchè atossico e privo di controindicazioni, per garantire la sua efficacia in soggetti affetti da intolleranze alimentari è bene assumerlo alternando periodi di cura a periodi di riposo. La testimonianza di una ragazza Celiaca, ad esempio, descrive la sua cura come un trattamento da osservare due volte al giorno la prima settimana di ogni mese, la mia cura invece, (per intolleranza al lattosio) nei miei primi mesi di vita consisteva in un altrenanza di 15 giorni di riposo a 15 di cura con una somministrazione giornaliera di 2 o anche 3 fiale al girno che poi si sono ridotte a 1 o 2 al giorno per qualche settimana all’anno, trattamento che ho continuato fino ai 19 anni. Non sono molti i dottori a cui è noto questo farmaco, spero attraverso il presente blog di entrare in contatto con i pochi che ne sono a conoscenza, così da poter mettere a disposizione di chi interessato la loro esperienza e competenza; dato che le patologie per cui risulta efficace questo medicinale spaziano dalla Candidosi alla Dissenteria del viaggiatore, dalla Colite da Stress alla Sindrome del Colon Irritabile fino ad arrivare all’Intolleranza al Lattosio e Proteine del Latte e Celiachia spero con il loro aiuto di poter stilare una lista completa degli effettivi impieghi possibili. Naturalmente è altrettanto importante raccogliere le testimonianze di chi l’ha provato, la mia sola esperienza non basta a dimostrare l’efficacia del Colopten, soprattutto per problemi delicati come la Celiachia. A mio parere vale comunque la pena di lottare per riavere questo medicinale anche se su 100 celiaci o 100 intolleranti al lattosio facesse effetto solo a 2, per dare a queste persone la possibilità di giovarne, e non sarebbe chiedere molto dato che come medicinale non avrebbe affatto difficoltà di mercato come quelli specifici per le malattie rare (se fin ora ne ha avuti era perchè non lo conosceva nessuno), anzi, potrebbe essere usato da chiunque semplicemente per problemi intestinali come la diarrea (come si fa con l’Enterogermina) o ancora per riequilibrare la flora intestinale, con risultati molto soddisfacenti data la sua rapida ed efficace azione. Torno a dire che è stato tolto perchè considerato inutile, un fermento come un altro, ma alla luce di testimonianze che affermano la sua efficacia per problemi come le intolleranze tutto cambia. Probabilmente vi starete chiedendo come sia possibile che i produttori non fossero a conoscenza di queste valide proprietà del Colopten, beh me lo sono domandato anche io, tanto da andare a chiedere spiegazioni direttamente al Laboratorio, dove sembrano estremamente convinti della sua inutilità. Dato che entrambi i laboratori (gli unici che lo producessero) sono stati chiusi per motivi che non hanno voluto rivelare, è facile pensare a qualche losca faccenda, ma data la scarsa considerazione che si è sempre avuta per questo farmaco è altrettanto possible che sia semplicemente vero che non ne fossero a conoscenza, basta pensare che sono pochissime le persone che lo usavano, non aveva un grosso mercato quindi pochissime erano le possibilità che questo laboratorio francese venisse a sapere che in Italia ad esempio io, (come intollerante al lattosio) lo prendevo per mangiare i cibi contenenti lattosio. Credo che il problema di fondo di questo farmaco rimasto in ombra fino a sparire sia stato proprio la disinformazione e la sfiducia che lo avvolgevano, problema che spero di poter risolvere con il vostro aiuto e la vostra collaborazione.

N.B.: Vorrei precisare, in modo da non creare equivoci, che non sto proponendo questa medicina come soluzione per le intolleranze alimentari, ma come un palliativo, ovvero un rimedio che tende ad alleviare i sintomi e le conseguenze di una malattia, senza intervenire sulle cause e quindi senza ambire alla guarigione dalla malattia stessa. Degno comunque di attenzione sia per quanto concerne la Celiachia, che attualmente “non concede sconti”, sia per quanto riguarda l’Intolleranza al Lattosio e Proteine del Latte, per la quale esistono rimedi validi, come gli integratori di enzima lattasi, ma che comunque non sono per tutti efficaci e rendono ad ogni modo schiavi di una o più pasticche ogni qualvolta si voglia ingerire lattosio, o il colon irritabile, per il quale attualmente non esistono cure. Vi è in fine da aggiungere che l’uso del Colopten non esclude l’impiego di altri medicinali quindi può tranquillamente essere preso in concomitanza con gli integratori, per chi desidera una maggior sicurezza. Inoltre torno a dire a chi ritiene fondamentale per la sua salute far il meno uso possibile di farmaci, che il suddetto Colopten è privo di controindicazioni, è in fiale quindi i suoi unici eccipienti sono l’aroma di lampone e l’acqua distillata, è adatto ai lattanti, (quindi più innocuo di così…) e rispetto agli altri fermenti, per conseguire risultati, necessita di meno somministrazioni, non fa altro che integrare frazioni purificate di batteri che in parte si trovano già nel nostro organismo e viene usato anche come profilassi preventiva per i disturbi intestinali oltre che per la disintossicazione dalle cure antibiotiche, ristabilendo l’equilibrio della flora intestinale.

Foglio illustrativo: colopten 

Annunci

77 Risposte so far »

  1. 1

    Stefania said,

    DICO SEMPLICEMENTE METTETE DI NUOVO IN COMMERCIO LE FIALETTE DI COLOPTEN. DA QUANDO PRENDEVO QUEI FERMENTI STAVO BENE E POTEVO FARE UNA VITA NORMALE INVECE ORA HO DOLORI ALLA PANCIA 4 GIORNI SU 7. NON E’ POSSIBILE TOGLIERE DAL COMMERCIO UN FERMENTO COSì VALIDO E METTERE IN SOSTITUZIONE FERMENTI CHE NON FANNO NIENTE, SOLO PER VENDERE DI PIù E FARE PIù RICCHI I FARMACISTI A SPESE DELLA POVERA GENTE. LI HO PROVATI MA SENZA RISULTATI. IL MOTIVO POI PERCHè LO HANNO TOLTO NON SI Sà MISTERO! PER ME CENTRA SEMPRE LA SOLITA MAFIA DI MERDA!

  2. 2

    robex said,

    BigPharma, come al solito, e’ allucinante…

  3. 3

    colopten said,

    Ciao Stefania, ciao robex, anche te conoscevi il Colopten? un benvenuto a tutti! spero che torniate a farmi visita in questo blog…la “battaglia” è solo all’inizio, ci sarà molto da fare e avrò bisogno dell’aiuto di tutti voi!

  4. 4

    laura said,

    ciao a tutti sono la mamma di una bimba celiaca,lo avranno tolto se no veniva a crear danni alle ditte produttrici di alimenti senza glutine,è come la pillola alla zonulina non verrà mai fuori

  5. 5

    colopten said,

    Ciao Laura, anche io ho il sospetto che ci sia qualcosa sotto, non tanto per via dei prodotti senza glutine, perchè come ho già detto questo Colopten non è una cura per la celiachia, ma un “fermento” molto efficace che permette di mangiare qualcosina senza stare male, un pò come quelle pasticche che hanno inventato adesso, e che i medici di solito sconsigliano dicendo che fanno bene per una cosa e male per un’altra, sarà…. Fino ad ora sono riuscita a trovare una sola ragazza che lo prendeva a tal fine e quindi diciamo che l’impiego del Colopten per la celiachia è ancora tutto da provare. Più che altro il Colopten era fenomenale per il Colon Irritabile, l’intolleranza al lattosio…io prendendolo ogni tanto mangiavo di tutto, e per quanto riguarda il mio colon irritabile non avevo di che lamentarmi, sono sbalordita a sentire quanto sta male la gente che ne soffre senza trovare cure, quando il Colopten sarebbe un rimedio eccezionale, rapido ed efficace! Io sto ancora facendo accertamenti perchè nonostante la dieta priva di glutine, nonostante adesso avevo eliminato pure l’uovo, sto ancora male, quindi misà che i miei problemi sono dovuti tutti al colon e non alla celiachia, magari, speriamo bene…vi farò sapere ciao!

  6. 6

    Palmiro said,

    Ho diverse intolleranze alimentari, il colopten l’ho usato per tanti anni con il risultato di placare i problemi intestinali, mi trovavo a stare meglio e avere il fisico più pronto contro le malattie invernali, insomma un vero toccasana, sono rimasto molto sorpreso che l’abbiano ritirato dal commercio, non ho più trovato un prodotto che mi dia gli stessi benefici.

  7. 7

    anna said,

    Anch’io soffro di colon irritabile e non ho ancora trovato un farmaco che rendesse la mia vita normale dato che normale non è. Per cui vorrei provare il colopten. Ma visto che è stato fatto fuori spero che in qualche modo ritorni sul mercato per poterlo testare.

  8. 8

    Claudio said,

    Ciao, anch’io soffro di colon irritabile da piu’ di 20 anni, ma per fortuna non sono intollerante al glutine.
    So cosa vuol dire avere mal di pancia 7 giorni su 7 ecc. ecc.
    Sono in cura da circa 1 anno dal gastroenterologo perchè dopo l’ennesima dissenteria mi sono deciso a fare una colonscopia e qui’ mi hanno trovato, in seguito ad una biopsia, che ho una colite cronica microscopica……….
    Ma mentre per questa patologia esiste una cura, molto lunga, il dottore mi ha detto che per il colon irritabile, attualmente, non esiste una cura.
    Alla prossima visita chiedero’ lumi sul Colopten.

  9. 9

    fortuna said,

    Mi spaventa pensare che la salute dei cittadini deve soccombere alle regole del mercato.Spero si possa fare qualcosa.Sono cresciuta con il Colopten sempre in casa per i miei problemi intestinali.Oggi cercavo qualcosa che lo sostituisse.Che rabbia!

  10. 10

    mary said,

    salve!preciso subito che non ho mai usato il colopten, ma da come ne parlate sembra un miracolo della scienza medica, come è possibile che sia stato ritirato dal mercato?!volevo chiedere se secondo voi avrebbe fatto effetto su problemi di colon irritabile in particolare sul meteorismo, perchè fermenti lattici e carbone vegetale NON funzionano per nulla!progressi per il reinserimento del colopten sul mercato?che tipo di attività state portando avanti?cosa vi è stato risposto, non stanno nemmeno testando il medicinale per le possibili altre funzioni benefiche oltre a quelle che si pensavano originariamente? chiedo scusa per la prolissità, mi trovo molto interessata!

  11. 11

    colopten said,

    Ciao Mary, come è scritto già in altre parti del blog, la storia che avvolge questo prodotto è molto particolare, infatti gli ex produttori non erano a conoscenza delle sue reali proprietà, dato che di problemi come intolleranze e colon irritabile si è appreso qualcosa di più solo di recente e questo fermento, sottovalutatissimo, esiste già da moltissimo tempo. I produttori hanno chiuso, con questo colopten non guadagnavano gran chè (c’è chi vende acqua per oro, loro che avevano l’oro lo hanno venduto per acqua 30 anni!…purtroppo al mondo capita anche questo) e da qui tutti i fatti connessi che non sto a ripetere. Siccome la gente non fa che diffidare delle mie parole, sottovalutando questo caso, non è stato possibile attuare alcuna iniziativa di quelle proposte, ma la cosa non è stata un problema, e io sto ugualmente portando a termine la “missione”, diciamo che per scaramanzia non voglio anticipare altro fino al giorno in cui potrò dirvi con certezza: “il tale giorno ritornerà in vendita…” ma sappiate che qualcuno ci sta aiutando, e sono certa che presto potremo riavere il Colopten. Non abbiate dubbi sulla sua efficacia, ripeto che io l’ho preso 20 anni godendo sempre di ottima salute e non vi rendete conto in che condizioni mi trovo adesso…per altri dettagli leggete la mia storia ciao a tutti e buone feste!

  12. 12

    paola said,

    qualcuno di voi ha provato il sistema Symbioflor della Guna?
    Mia figlia dalla nascita soffre di intolleranze alimentari, colon irritabile e ha un deficit di anticorpi proprio a causa della flora batterica intestinale alterata. Mi hanno proposto questo prodotto, se c’è qualcuno che lo ha usato vi prego che risultati ha avuto.
    Grazie infinite. Sono disperata.

  13. 13

    colopten said,

    Ciao Paola, non ho mai provato questo prodotto, forse è un simbiotico o un probiotico, non so darti informazioni a riguardo, però posso dirti di stare tranquilla perchè spesso le intolleranze nei bambini molto piccoli sono passeggere, quanto tempo ha tua figlia? vedrai che tutto si aggiusterà, se poi riavremo il Colopten non ci sarà più ragione di preoccuparsi, io iniziai a prenderlo a 14 mesi e ho sempre avuto una salute di ferro, sono cresciuta sana e felice nonostante tutto e ora ho anche una bimba di 3 anni che fortunatamente non ha nulla, cerca di stare serena così da non trasmettere alla bimba i tuoi timori quando si è piccoli si è anche più sensibili, ti consiglio di stare attenta agli sbalzi di temperatura, la camomilla è un buon alleato, distende e aiuta la digestione, quando ero bambina per via di questo colon capriccioso avevo sempre tantissima aria nella pancia e i miei genitori per farmi stare meglio mi massaggiavano il pancino mentre mi tenevano in braccio. Un saluto e un grosso abbraccio a te e la tua bimba, ciao!

  14. 14

    Anna Maria said,

    Per anni è stata la mia salvezza per ogni problema di tipo intestinale, come nessun altro farmaco similare. Quando sono entrata in farmacia lo scorso anno, durante gli strascichi dell’influenza che mi aveva colpito anche l’intestino, sono andata in crisi nel sentire che il Colopten non si produceva più.
    La Colifagina non è la medesima cosa, anzi a me ha fatto più male che bene tanto che l’ho dovuita sospendere quasi subito, mentre trovai un certo giovamento con la Lactogermina.

    Ho intollerranza ciclica al latte che peraltro devo assumere per problema di ossa ( lo yogurt non lo digerisco e i formaggi sono troppo grassi); ho un colon irritabile, soffro per per allergie (+++) primaverili alle graminace e in questo periodo dovrei evitare le macromolecole affini. Non ho mai fatto un test per la celiachia.
    So solo che il Coloptne riusciva a tamponare bene tutti i disturbi intestinali legati siai cibi, che alle costipazioni e all’assunzione di altri framaci quali, per esempio, antibiotici.

  15. 15

    claudia said,

    Ciao, sono Claudia, ho 60 anni, fin da bambina soffrivo di problemi intestinali e in seguito del cosiddetto colon irritabile. Da quando ho scoperto l’uso del colopten la mia vita è cambiata, mi bastavano pochi giorni di assunzione e tutti i disturbi ( dolore, diarrea, crampi,meteorismo, flatulenza, ecc) sparivano e io stavo bene a lungo, anche senza seguire una particolare dieta. Da quando l’hanno tolto dal commercio, l’ho sostituito con l’enterogermina, ma non è lo stesso e vorrei tanto che lo producessero ancora! E’ vero che i medici snobbavano questo prodotto, ho un amico medico che lo prescriveva ma, pur soffrendo lui stesso di colon irritabile non l’ha mai voluto neanche provare! purtroppo c’e’ molta ignoranza tra chi dovrebbe curarci.Ho sentito parlare di un nuovo colosso farmaceutico, MYLAN, che produce farmaci generici a basso costo, forse potrebbe essere interessato, chi lo sa. Se c’è da firmare una richiesta o petizione , io ci sto.
    Si potrebbe anche formare una specie di società per azioni tra tutti i potenziali pazienti interessati, ce ne saranno anche in altri paesi europei, ognuno versa una quota e si fa la società.

  16. 16

    colopten said,

    Ciao Claudia, grazie per la tua testimonianza, Telethon si sta già occupando della vicenda, presto, o al meno il più presto possibile, riavremo il Colopten!! ciao a tutti!

  17. 17

    Patrizia said,

    Ciao, sono Patrizia, celiaca da motli anni.
    Non sono un medico ma studio molte materie scientifiche per passione.

    Vorrei esporti quello che penso del Colopten e sapere se lo condividi:

    Da quello che ho potuto capire, il Colopten NON ERA UN PROBIOTICO MA UNA SPECIE DI VACCINO.

    Ho letto il bugiardino su torrinomedica e da quel che capisco non si tratta di una serie di ceppi di batteri “BUONI”. Al contrario, il principio attivo è costituito da alcuni batteri notoriamente “CATTIVI” per il ns. intestino:

    Staphylococcus aureus, Escherichia coli, Aerobacter aerogenes e Proteus vulgaris.

    Prendiamo a caso. L’Escherichia coli. l’E.Coli è un batterio coliforme che FERMENTA CON IL LATTOSIO, provocando gas intestinale.

    Il Colopten, da quel che posso capire, poichè introduceva delle frazioni “disinnescate” o “purificate” di questi batteri faceva si che la mucosa intestinale producesse Immunoglobuline IgA specifiche contro questi batteri SENZA che questi proliferassero a dismisura nell’organismo.

    Ora, poichè normalmente questi batteri (l’E.Coli sicuramente) esistono nel ns intestino anche in condizioni normali è probabile che il sistema immunitario non sempre e NON A TUTTI funzioni correttamente, pertanto in alcuni soggetti non controlla correttamente le colonie di questi batteri.

    Il Colopten, stimolando la produzione di queste immunoglobuline serviva a “TENERE SOTTO CONTROLLO LE COLONIE CON UN MECCANISMO ENDOGENO”.

    Il risultato era una flora batterica equilibrata.

    Per quel che riguarda l’utilizzo del farmaco nella Malattia Celiaca, è chiaro che non sostituiva in alcun modo la dieta senza glutine poichè nel celiaco vi è una azione autoimmune scatenata dal glutine.
    Tuttavia probabilmente poteva essere utile nel ristabilire la flora batterica dopo un’esposizione al glutine (che infiamma l’intestino e scombina la flora stessa).

    Certo, sarebbe stato interessante studiare l’azione del farmaco nella mucosa dei celiaci per vedere quale interazione poteva dare.

    Purtroppo non è più in commercio e stranamente non ci sono altre società che vogliano riprenderne la produzione.

    Auspico quindi che una nuova società ricominci a produrre il Colopten.

    Ciao
    Patrizia.

    P.S.: Per la signora che ha la figlia celiaca e che parlava della pillola anti-zonulina, la AT-1001:
    la sperimentazione alla Alba Therapeutics è arrivata alla fase II. Si pensa che supererà i test della and Drug Administration americana intorno al 2010.
    Per altre info sulla pillola AT-1001: http://puntodivistaceliaco.blogspot.com

  18. 18

    massimo said,

    ciao a tutti. ho 40 anni, da ragazzo mio zio (medico) mi prescrveva ilcolopten per la sindrome del colon irritabile di cui soffrivo. Ne traevo beneficio. Per anni non l’ho più usata per via di un miglioramento della sintomatologia. Da poco l’ho richiesta al farmacista per le ricomparsa dei miei vecchi disturbi ed ho scoperto che non era più in produzione. Concordo anch’io: su di me era efficace.

  19. 19

    colopten said,

    Ciao Patrizia, scusami se ho approvato il tuo commento un pò in ritardo ma per via del link che hai inserito era finito tra gli spam e l’ho visto solo ora! Innanzi tutto l’espressione “batteri buoni” serve semplicemente ad indicare il fatto che siano innocui, dato che la gente appena sente la parola “batteri” subito mette le mani avanti…Per quanto riguarda le igA io non so dove lo hai letto…ho il foglio illustrativo originale che parla di tutto meno che di igA e cmq ripeto era un VACCINO COLIBACILLARE (non l’ho mai definito probiotico, anche se si intuisce che ha una funzione simile) non produceva igA ma appunto in quanto VACCINO COLIBACILLARE stimolava la produzione di quei batteri un pò come succede coi vaccini tradizionali, la produzione di igA potrebbe avvenire indirettamente perchè a seguito del rafforzamento della flora batterica si rafforza anche il sistema immunitario, cmq ciò non esclude la proliferazione batterica, anche perchè è proprio quest’ultima che determina l’efficacia del prodotto. Noi sappiamo che i normali fermenti lattici come entrano se ne vanno…in sostanza il discorso è questo, quelli probiotici invece tendono ad insediarsi, e per questo sono un pò più efficaci; fermenti di questo genere ristabiliscono col tempo la flora batterica, ma dal momento in cui, ad esempio un intollerante al lattosio, va a mangiare una pizza margherita eccolo che dovrà ritornare un solo amore con la tazza o peggio ancora uno col colon irritabile, non avrà mai giovamento con un normale fermento lattico perchè nel suo organismo accadrebbe la medesima storia di Penelope che fà e disfa la tela…il fermento aggiusta e il lattosio o il colon irritabile ridistrugge tutto! Il Colopten crea un esercito, una barriera, tanto per immaginarne la funzione con un pò di fantasia…il lattosio o il colon capriccioso distruggono? e l’esercito ricostruisce tutto o meglio ancora ripara fronteggiando l’attacco…il succo è questo! Come avrai letto io ho una forma di intolleranza al lattosio molto rara, genetica, e pertanto sono sensibile alla più minima traccia di lattosio come un celiaco lo è per il glutine tanto che spesso vengo scambiata per allergica! Il fatto che fino a 2 anni fa ovvero finchè sono stata coperta da questo colopten mangiassi pannacotta, e mozzarella, burro e sottilette quando adesso con una fettina panata con del pane contenente tracce di latte sto male un mese è a dir poco sorprendente! E ciò unitamente alle recenti scoperte in campo medico dimostra l’importanza dei batteri in questo genere di problemi alimentari. Tra i dottori più aggiornati tra l’altro il discorso del metabolismo del colon (di cui accenno nell’ultimo articolo inserito nel blog) sta prendendo piede e l’introduzione di concetti come probiotico, simbiotico… l’idea del batterio che si insedia e si riproduce (e che combacia perfettamente con la natura del Colopten) sono la prova che pian piano si stava arrivando a prodotti con la stessa funzione! Per quanto riguarda la celiachia il discorso è delicato, prima di tutto perchè a nostra disposizione fino ad ora abbiamo una sola testimonianza, e questa donna a differenza di quanto facevo io, non si strafogava di pane pasta e pizza, semplicemente riusciva ad ingerire qualcosa ogni tanto, cosa che adesso non può assolutamente fare, secondo perchè la celiachia essendo un’allergia non ige mediata è caratterizzata dalla reazione del sistema immunitario, e non si può fare lo stesso ragionamento di un’intolleranza, concordo sul fatto che sarebbe interessante sapere cosa effettivamente accade ad un soggetto celiaco che assume colopten.

  20. 20

    Patrizia said,

    Ti rispondo su dove ho letto il discorso delle IgA (immunoglobuline di classe A):

    http://www.torrinomedica.it/studio/generaframe.asp?variabile=http://www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/COLOPTEN.asp

    “05.1 Proprietà farmacodinamiche – [Vedi Indice].
    Le frazioni antigeniche purificate estratte da diversi ceppi di Staphylococcus aureus, Escherichia coli, Aerobacter aerogenes e Proteus vulgaris, costituenti il principio attivo del prodotto inducono, sia nell’animale che nell’uomo, un aumento delle immunoglobuline A secretive a livello della mucosa gastroenterica, rinforzando così il sistema immunitario intestinale.”

    Ecco perchè pensavo si trattasse di un vaccino e non di un probiotico.

    Infatti tu parli di vaccino colibacillare.

    Ora però volevo chiederti una cosa:

    Ho visto in giro che esistono altri vaccini colibacillari, ad esempio :

    – LISENTERAL (LISAPHARMA SpA) (ma non so se è ancora in commercio), anche questo a base di E.Coli e altri.

    – COLIFAGINA (ABC FARMACEUTICI SpA)

    In particolare la Colifagina contiene sia E.Coli che Proteus vulgaris purificati, come il Colopten. Ne contiene anche molti altri (Morganella morgani , Bacillus pumilus, ecc..) ma non lo Staphylococcus aureusceppi che invece era contenuto nel colopten.

    Mi chiedevo : magari non ho letto bene il tuo sito e forse l’hai scritto da qualche parte, ma hai mai usato questi due prodotti?

    Ciao.

    Puntodivistaceliaco

  21. 21

    colopten said,

    Si effettivamente ne ho già parlato, in poche parole: il LISENTERAL già da mesi è fuori dal mercato proprio come il colopten, e la colifagina è stata provata da gran parte degli ex consumatori di colopten senza alcun risultato, anzi io per prima insieme ad un paio di persone che mi hanno scritto abbiamo addirittura riscontrato dei peggioramenti proprio perchè come già detto la funzione della Colifagina è differente. Il fatto è questo: i vaccini colibacillari esistenti sono solo questi 3, non sono considerati niente di eccezionale per questo non invadono il mercato come i fermenti classici che gira e rigira sono tutti uguali ma ne esistono un mare, il colopten è scomparso proprio perchè considerato inutile. Per quanto simili possano sembrare i 3 prodotti in realtà sono molto diversi, il fatto che contengano gli stessi batteri non vuol dire nulla perchè la differenza la fanno i ceppi…in questo genere di prodotti “l’abbinamento” dei vari ceppi è un po come la ricerca di un colore da parte di un pittore: il prodotto è la tavolozza e i batteri i colori, basta una puntina di nero per cambiare completamente un rosso acceso.

  22. 22

    Patrizia said,

    Grazie per le informazioni.

    Infatti in giro non ho letto nessun parere positivo per la colifagia, mentre per il colopten è un coro di consensi.

    Un’ultima domanda: con che frequenza si prendeva il clopten? Era un ciclo? Una cura e poi si stava bene per un pò?

    Grazie.

  23. 23

    colopten said,

    Diciamo che la cura da seguire è molto soggettiva, dipende dal problema che si ha, dall’entità…provo a farti qualche esempio: Un soggetto che vuole curare una candidosi lo prenderà qualche giorno in base al consiglio del medico, un paziente che vorrà semplicemente rafforzarsi per prevenire i classici virus stagionali potrà scegliere una cura dai 2 ai 7 giorni una volta l’anno, due volte l’anno o ad ogni cambio di stagione, nel mio caso per l’intolleranza ed il colon irritabile era sufficente addirittura una settimana o due l’anno, ma l’ideale sarebbe stato una settimana 4 volte l’anno, o meglio ancora la prima settimana di ogni mese…insomma la cura è molto variabile, e il medico di solito consiglia la più adatta ad ogni caso. Cmq è fenomenale il fatto che le somministrazioni necessarie sono pochissime rispetto agli altri farmaci…un intollerante che deve “disintossicarsi”, prima di riprendere fiato si deve sparare almeno 6 mesi di fermenti e di dieta ferrea…io mi ristabilivo con una settimana e poi mangiavo quello che mi pare! e non solo… anche durante la cura mangiavo alimenti che adesso posso giusto sognare!

  24. 24

    laura said,

    non ho mai provato colopten ma sono ormai 3 anni che lotto con una forte intolleranza al lattosio, in certi periodi mi fa andare fuori di etsta, divento nervosa e arrabbiatissima; non ce la faccio più. Dai vostri pareri sembra miracoloso, ci credo! RIMETTETELO IN COMMERCIO!!! Tutta una quaestione di interessi. VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!

  25. 25

    Angela said,

    Credo che casi come questo non siano ne il primo ne l’ultimo. Ci sarà ancora qualcosa che funziona nell’interesse del cittadino e in particolare del paziente ? Io non ero pessimista fino a qualche tempo fa, ma ora sono sempre più convinta che sarà sempre peggio. Che dire! Mi auguro che il Colopten riappaia in commercio per tutti quelli che, me compresa, ne hanno bisogno per ritornare a condurre una vita “normale” anche e sopratutto dal punto di vista sociale e relazionale.

  26. 26

    Matt said,

    Io il colopten non l’ho mai sentito nominare finora (sono arrivato al blog cercando un’altra informazione, che peraltro ho trovato, grazie!), e sono allergico a quasi qualunque cosa “commestibile” (sì, per gli altri però) esistente, quindi capisco che una volta trovata una medicina che funzionava sia una gran seccatura il fatto che non esista più in commercio.
    Non ho idea di cosa fosse contenuto nel colopten (ho letto solo alcuni stralci per arrivare a ciò che effettivamente cercavo), ma hai provato a cercare sui siti americani? Magari lì ci sono farmaci più simili a quello che cerchi (io sono mezzo americano e finché vivevo lì avevo alcune medicine che qui in Italia non si trovano neanche a sognarsele).
    In ogni caso in bocca al lupo con questa tua battaglia per riavere il colopten. Sinceramente la vedo dura, però ti auguro che tu riesca a farcela. So quanto è dura non poter mangiare come tutti e dover star male ogni volta che si sgarra di un minimo.

  27. 27

    colopten said,

    Ciao Matt, si ho provato qualsiasi cosa, e ora ho puntato tutto su Telethon, mi stanno aiutando a far tornare in commercio il Colopten e sono molto fiduciosa.
    Ora vorrei porti io una domanda, anzi tante, te che sei allergico a tanti alimenti, (quali?) cosa mangi, come fai? io sono arrivata al punto che preferirei non doverlo più neanche vedere il cibo, perchè per me significa star male (senza mai “sgarrare”), non poter più andare a fare un viaggio o una gita perchè non posso mangiare nei luoghi pubblici ecc… nei periodi veramente critici non c’è niente che non mi faccia male, anche ingerire liquidi, ho provato a cercare una soluzione per sostituire i pasti ma non c’è niente senza lattosio, e non posso di certo attaccarmi un sondino! (non perchè non lo farei ma perchè è una soluzione temporanea, io ne avrei bisogno tutti i giorni) possibile che non ci sia nessuno come me, nessunaltro che non possa mangiare?! e poi te sei allergico, per te dovrebbe essere più rigida l’eliminazione degli alimenti incriminati, o no, come fai? se è vero che ci sono casi di persone con tantissime allergie o intolleranze voglio sapere cosa mangiano e come fanno ad andare avanti perchè io nonostante tutta la buona volontà, l’ottimismo e la perseveranza vedo il mio corpo, il mio organismo e la mia vita deteriorarsi giorno dopo giorno come se mi stessi autodistruggendo.

  28. 28

    mafalda said,

    chiedo venia se mi intrometto con una domanda estremamente ingenua e forse sciocca, ma a parte medicinali, avete provato il kefir? nel caso dell’intolleranza al lattosio, se pur idrolizzato per il 30% nel kefir di latte, mai provato il kefir d’acqua?
    complimenti per la battaglia.
    mafa

  29. 29

    damiano said,

    Questo farmaco mi è stato prescritto quando avevo circa 10 anni, cioè più di 20 anni fa, ho continuato a servirmene, nel bisogno, per tutto questo tempo.

    Il primo farmaco che la farmacista mi ha dato in sostituzione è la colifagina, un disastro.

    Poi sono passato da un fermento all’altro con risultati scarsi.

    Un pò meglio è andata con i fermenti “prolife”, ma niente di paragonabile al colopten.

  30. 30

    Dario said,

    Ci sono novità sulla sua possiblie commercializzazione?

  31. 31

    colopten said,

    Ciao Dario, io sono ottimista, e per me il Colopten vuol dire tutto quindi non avrò pace finchè non tornerà in commercio! :-)…per adesso le novità sono queste: Telethon ha fatto un’ offerta alla Boehringer Ingelheim per acquisire il prodotto e non ha ricevuto risposta, così la situazione non è andata oltre, Telethon ha dei laboratori che studiano farmaci anche per questo genere di problemi che abbiamo noi quindi credo proprio che per non autoaffondarsi non andrà mai dalla Boehringer a pregarli di ricommercializzarlo! così l’ho fatto io…spero di ottenere al più presto un incontro con i responsabili così da rivelargli cosa rappresenta davvero il Colopten e scongiurarli di rimetterlo sul mercato (anche in ginocchio se necessario 🙂 ), in nome della nostra salute e dei loro interessi economici! Voi tutti che visitate il blog continuate a scrivere le vostre esperienze, sono fondamentali! descrivetele come meglio potete, così da avere più sostegno possibile, chi conosce il Colopten come lo conosco io sa che un prodotto simile non può sparire così! vedrete che tornerà, io ne sono certa!

  32. 32

    claudia said,

    soffro di intestino irritabile e diverticolite .due anni fa ho fatto una cura con symbioflor e prosymbioflor guna .sono stata bene fino a due mesi fa .stesso problema del colopten non si trovano piu in italia !lavoro in farmacia ho fatto il possibile x trovarli quindi spero nel ritorno del colopten .dovrebbe agire nella stessa maniera !oppure fatemi avere notizie sui due prodotti omeopatici grazie !

  33. 33

    colopten said,

    Ho già sentito parlare di questo symbioflor in uno dei commenti, se non erro, ma non l’ho mai usato…. veramente anche questo non si trova più??!! ma che è una congiura?!…non ho parole…cmq anche io ho intenzione di andare da un omeopata, vi farò sapere, ciao!

  34. 34

    raffaele said,

    ciao a tutti. sono un ragazzo e marito di una donna che ormai sono 3 anni che andiamo avanti senza aver trovato un rimedio. un giorno diarrea, un altro che non riesce ad andare in bagno.
    ogni giorno è una lotta continua. mi associo insieme a voi affinchè possano rimettere in commercio il colopten e poterne usufruire. dico a questi signori di fare il loro possibile perchè anche la loro vita dipende da questo. spero che ascoltino. un grazie a voi tutti per la collaborazione.

  35. 35

    rodolfo said,

    solo ora vedo questo blog. Complimenti. Io soffro da una vita di infiammazione all’intestino molto debilitante che si manifesta dopo l’evacuazione. Oltre al fastidio bruciore intorno all’ombelico ma dentro, mi sento completamente esausto. Non sono riuscito ancora a capire la causa anche se ho 60 anni e la mia vita ormai è passata giornalmetne sotto questo handicap. Pensate che il colopten mi possa giovare?
    Da qualche giorno ho provato un cucchiaio al giorno di argento colloidale. Sembra qualcosa faccia. Ma anche questo prodotto non è facilmente reperibile e purtroppo ha una scadenza breve.Cercherò di farmelo anche se non è immediata la cosa.
    Ad ogni modo vorrei chiedere, visto che ho la tendenza proprio genetica al fai da te, se il colopten può in qualche modo essere autoprodotto. un saluto a tutti.

  36. 36

    colopten said,

    Ciao Rodolfo, io credo che il Colopten avrebbe fatto bene anche a te ma le ultime notizie che ho avuto non sono positive, da quando siamo entrati in Europa sono cambiate le leggi sulle modalità di purificazione batterica ecco perchè hanno tolto tutti i prodotti simili, non potrà più tornare in commercio ammeno che non si riprenda la ricerca e la sperimentazione!!! altro che fai da te!

  37. 37

    francesca said,

    ma è efficace anche nel caso di colon irritabile con stitichezza?

  38. 38

    santina said,

    Anche io mi sono trovata molto bene con “Colopten” e spero che venga rimesso in commercio al più presto in modo da risolvere non solo il mio ma anche il problema di tantissime altre persone.

  39. 39

    daniela said,

    Salve, se aveste notizie su questo farmaco o altri similari battete un colpo. Grazie

  40. 40

    davide Alberini said,

    Ciao a tutti, mi chiamo Davide Alberini e sono residente a La spezia, senza IL COLOPTEN non si può vivere…molte volte ho dei forti languori di stomaco con conseguenti ripetute defecazioni molto liquide, IL COLOPTEN PER ME ERA MIRACOLOSO…ora non c’è piu, ho provato la COLOFAGINA, ma non va bene,..già di per se stesso quel sapore amarognolo che ha questo medicinale alcune volte si rivela controproducente,…e anzichè fermare il mio mal di stomaco e la conseguente moille rapida defecazione, mi fa aumentare il mio problema, oltretutto qundo succede questo problema a livello anale i bruciori diventano talmente forti che non posso muovermi, ci tengo a precisare che in questa zona in passato avevo fatto un intervento in crioterapia per emorroidi. Speriamo che questo medicinale possa essere rimesso in commercio, magari con una sottiscrizione comune. Ciao a tutti. Davide

  41. 41

    ANNA said,

    CIAO IO NON SONO UNA NOSTALGICA DEL COLOPTEN DATO HCHE NON L’AVEVO MAI SENTITO NOMINARE PERò HO COME BUONA PARTE DI VOI PROBLEMI DI COLON IRRITABILE E DA UNA VITA SOFFRO DI COLICHE CHE MI SOPRENDONO ” A TRADIMENTO” OVUNQUE E MI RENDONO LA VITA DIFFICILE!!!L ‘UNICO FARMACO CHE MI DAVA UN Pò DI SOLLIEVO ERA LA COLIFAGINA CHE,CON MIO GRANDE DISPIACERE HO SCOPERTO ESSER STATA RITIRATA DAL MERCATO PROPRIO QUESTO MESE 😦
    NON SI PUò PROPRIO FAR NULLA PER RIPORTARE QUESTI FARMACI SUL MERCATO?MAGARI QUALCHE ASSOCIAZIONE SUI CONSUMATORI?

    BUONA GIORNATA A TUTTI
    Anna

  42. 42

    Lara said,

    Anche io usavo Colifagina per prevenire le cistiti, una volta ricorrenti. Proprio questa mattina ho imparato dalla farmacista che l’hanno ritirata dal mercato, ma non mi ha saputo dire il perché!!! :-((

  43. 43

    ANNA said,

    DA ABC FARMACEUTICI IN RISPOSTA AD UNA MIA MAIL :”La informiamo del fatto che il provvedimento di “divieto di utilizzo” notificatoci da AIFA il 3 maggio scorso con riferimento al farmaco “Colifagina fiale orali e Colifagina S capsule fiale orali” è connesso all’esigenza di aggiornamento documentale del dossier, aggiornamento che si rende necessario a fronte della circostanza che la specialità medicinale di cui si tratta è in commercio dall’anno 1951 e,
    quindi, abbisogna di una revisione in linea con l’evoluzione scientifica e normativa.
    Tale aggiornamento richiede la predisposizione della necessaria documentazione tecnica e, conseguentemente, un congruo lasso temporale, durante il quale è prevista una limitazione di utilizzo.
    Rassicuriamo, comunque, sul fatto che la misura non è disposta per ragioni di farmacovigilanza.”
    …… 😦

  44. 44

    Nico said,

    Salve a tutti,
    anche io ho provato di tutto contro la sindrome del colon irritabile e l’intolleranza al lattosio: debridat, duspatal, lexil, digerent, e poi i fermenti pro-life, zyrfos, enterolactis (i migliori) e non ricordo più quali altri. Il tutto in pochi mesi, da quando mi decisi ad andare dal gastroenterologo. Ebbene, dopo un lungo giro, ho deciso di riportarmi in posizione di partenza, ho mollato tutti i farmaci – che non hanno fatto altro che farmi stare peggio (soffro di coliche “improvvise” dopo aver assunto certi cibi, specialmente quelli contenenti lattosio)- e ho recuperato un minimo di normalità. Leggendo gli altri post, tuttavia, mi è venuta una gran voglia di provare il colopten. Spero che possa tornare in commercio un giorno, e magari, grazie a questo farmaco, di poter recuperare una normalità di vita smarrita da un pò. In bocca al lupo a tutti!

  45. 45

    enrico magni said,

    Ciao a tutti,
    anche io soffro di colon irritabile, da qualche mese a questa parte in maniera sempre più aggressiva e frequente. Sospetto anche una leggera appendicite ed i dolori alla gamba destra sono, quando più quando meno, sempre presenti. Il dottore prima ed un chirurgo poi, mi hanno detto che non ci sonon cure specifiche,solo integratori probiotici , dieta ed una vita con meno stress.
    Da ragazzo ho avuto un attacco di appendicite, non sono stato operato, per dei giorni sono stato curato con colifagina in fiale e tutto si è risolto.
    A distanza di 35 anni mi si è presentata una situazione simile ma più grave, ho cercato la Colifagina, ma è fuori commercio da due mesi.Il Colopten non l’ho mai usato e quindi non mi posso esprimere a riguardo.
    Ho letto che sono entrambi vaccini colibacillari. Cliccando in rete ho trovato una lista di altri prodotti sulla pagina della BBFarma Pharmaceutical Trading come Lisenteral, Apiocolina, Vaxitiol ecc. tutti vaccini colibacillari.
    Qualcuno mi sa dire se sono alternative, se pur più blande alla Colifagina ? Conduco una vita stressante per lavoro e situazione familiare, sono rimasto vedovo 12 anni fa con due figli piccoli …. lascio a voi immaginare il resto.
    Vi ringrazio dell’attenzione e dei vs. eventuali consigli.
    Mi associo anche io ad eventuali petizioni per rimettere in commercio Colopten.
    Enrico Magni. Prato

  46. 46

    Hello there I am so grateful I found your site, I really found you by error, while I was researching on Google for something else, Anyways I am here now and would just like to say many thanks for a tremendous post and a all round entertaining blog (I also love the theme/design), I don’t have time to browse it all at the moment but I have saved it and also included your RSS feeds, so when I have time I will be back to read more, Please do keep up the great work.

  47. 47

    Tropico said,

    Volevo segnalarvi che Il Pro/Symbioflor si può ancora trovare tramite internet, in Germania è ancora prodotto e si vende anche in farmacie vaticane,le quali vendono anche su internet, basta cercare, per cui invece di disperarsi basterebbe provare e compararne l’efficacia con chi ai tempi ha provato il Colopten. In USA c’è il Mutaflor, assai costoso e per noi c’è il rischio dogana, ma almeno sulla carta è formidabile quanto il colopten http://en.wikipedia.org/wiki/Mutaflor

  48. 48

    Tropico said,

    Volevo aggiungere che per ritrovare l’efficacia del Colopten si dovrebbe scoprire il ceppo inattivato dell’Escherichia Coli specifico e compararlo nei prodotti analoghi, ad esempio nel Mutaflor = Escherichia coli Nissle 1917 , nella Colifagina = Escherichia coli O1, O2, O55, O111, Colopten = Escherichia coli ceppi 1539, 418, 430, 492, Prosymbioflor = ?

  49. 49

    Tropico said,

    Dato che il Mutaflor è quello più accreditato scientificamente vi segnalo che è possibile acquistarlo in Europa tramite questo sito tedesco http://www.berlindaversandapotheke.de , le istruzioni in inglese per fare l’ordine le trovate qui http://www.drmyhill.co.uk/drmyhill/images/d/d2/Instructions_for_buying_Mutaflor_at_BerlindaVA_%282%29.pdf
    Unico neo è che il prodotto va tenuto al fresco, e pertanto non è garantita l’integrità per spedizioni all’estero, per cui d’estate si rischia di più di trovarsi il prodotto rovinato dalle alte temperature.

  50. 50

    claudio said,

    Vorrei sapere se si è promossa la raccolta di firme per una interpellanza parlamentare o petizione o altra manifestazione di dissenso in relazione al ritiro dal mercato di COLOPTEN.
    Saluti Claudio

  51. 51

    claudio said,

    Vorrei saper anche se c’è qualcuno che può gentilmente descrivere l’azione del Mutaflor per informarci sulle sue proprietà farmacologiche.

    Coprdialmente
    Claudio

  52. 52

    simonetta puddu said,

    simonetta
    sono intollerante al lattosio ,e non c’e niente come medicinale che vada bene per me ,sono sempre gonfia con brucciori di stomaco e spesso in bagno ,spero tanto che si possa riavere quella medicina tanto miracolosa

  53. 53

    Tropico said,

    L’azione del Mutaflor è riassunta negli studi scientifici che puoi trovare qua http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/?term=mutaflor direi che la sua efficacia è provata e indubbia. Quindi non resta che provare a chi ha provato il Colopten

  54. 54

    Viviana said,

    Il Colpten era un farmaco veramente eccezionale per tutti quelli che come me soffrono di colon irritabile. Ho iniziato a farne uso alla fine degli anni ’70 e ho risolto grossi problemi, anche un’infiammazione all’appendice che, grazie a questo farmaco, non mi è stata tolta.
    E’ un vero peccato che non sia più in commercio. La casa farmaceutica che lo produceva esiste ancora? Speriamo sia rimesso in commercio, anche con altro nome, anche da altre case farmaceutiche (credo che ormai il brevetto sia scaduto). Spero che questa mia testimonianza possa essere utile.

  55. 55

    Luca said,

    Attenzione alla Colifagina, è stata ritirita dal commercio per gravi problemi di produzione.

    Importante non utilizzate la colifagina

    Luca

  56. 56

    Stefano said,

    Per Anna,

    la Società ABC Farmaceutici ha gravi problemi per la produzione di farmaci. la sospensione del prdodotto colifagina è definitiva.

    ATTENZIONE NON UTILIZZATE LA COLIFAGINA

  57. 57

    Tropico said,

    La Colifagina era stata già sospesa dal mercato a Giugno di quest’anno(2011), pare per una revisione documentale visto che era datata 1951, poi è stata definitivamente tolta dal commercio.. Ora c’è la Colifagina Pro ma contiene bifidobatteri e lactobacilli, non è più un vaccino colibacillare.
    Io consiglierei di provare il Symbioflor, che anche un famoso dottore (Perugini Billi) consiglia e che li prescrive da quasi 20 anni. Purtroppo si possono trovare solo on-line dalla Germania.

  58. 58

    Emiliano said,

    Ciao io soffro di colon irritabile e non mangio latticini praticamente dalla nascita se non per forzature data la mancanza di calcio comunque ho casualmente scoperto che grazie all effervescente della BRIOSCHI ma presa in piccole dosi mi scompare quasi istantaneamente il diorite acuto al fianco sinistro e devo sdraiarmi sullo stesso fianco. Ho spiegato questa cosa al medico ma dice può essere suggestione. Sarà ma funziona. Emiliano

  59. 59

    davide said,

    Solo una cosa: PAZZESCO (un colitico cronico)

  60. 60

    Elisabetta said,

    Le cose efficaci vengono sempre tolte dal commercio per dare spazio alle medicine e alle case farmaceutiche che possono permettersi la pubblicità. Il colopten era un ottimo farmaco!

  61. 61

    What’s up, just wanted to mention, I loved this blog post. It was inspiring. Keep on posting!

  62. 62

    Paolo said,

    sto provando Mutaflor da pochi giorni , vi farò sapere….

  63. 63

    Vincenzo said,

    Per molto tempo ebbi problemi che i dottori definivano genericamente “colon irritabile”. Provai a togliere il latte dalla dieta, ma niente. Feci il test per la celiachia ma risultò negativo. Alla fine decisi comunque di eliminare completamente dalla dieta gli alimenti che contenevano il glutine e dopo una settimana avevo ridotto i problemi dell’80%. Sia chiaro, non eliminai i carboidrati, ma il glutine: infatti continuai a mangiare pasta senza glutine, riso, mais. Poi dopo diversi mesi ridussi il consumo di latte, limitandolo al week-end e a una volta in mezzo alla settimana, e i problemi scomparvero del tutto.
    Una volta riequilibrato l’intestino, qualche volta, nei week-end (e generalmente una volta al mese) mi concedo anche qualcosa col glutine, che adesso il mio intestino tollera meglio, a patto ovviamente di non farlo ripetutamente o in quantità elevate. Altri due alimenti mi davano particolarmente fastidio: il tonno in scatola e la cipolla. Il primo l’ho dovuto eliminare del tutto; il secondo ne faccio poco uso e molto di rado. Un effetto positivo del mangiare senza glutine è che dopo 2 settimane si perdono 4-5 chili e ci si sgonfia. Questa è la mia esperienza.

  64. 64

    fabio said,

    ciao paolo come procede con il mutaflor?

  65. 65

    raffaele said,

    Salve, io ho 16 anni e soffro di colon irritabile da quasi un anno e mezzo. Fino ad un anno fa, la mia vita era meravigliosa, finché sulla mia strada ho incontrato questa maledetta malattia che prende il nome di colon irritabile. poco fa ho scoperto di soffrire anche di intolleranza al lattosio, ma pur eliminando ( in ciò che mi è possibile) alimenti ricchi di lattosio, soffro comunque di dolori addominali, diarrea acuta che, a volte, si tramuta in stitichezza per alcuni giorni. La sera, inoltre, soffro di meteorismo in modo esagerato. insomma vorrei solo che la mia vita tornasse quella di prima!!! Da come ho letto, questo Colopten doveva essere davvero un miracolo della medicina e desidererei con tutto il cuore provarlo e ritrovare il mio vecchio stile di vita ( una vita ALMENO normale). A che punto è la commercializzazione? Per qualsiasi cosa, QUALSIASI, io sono interamente disponibile ad aiutarvi in questa lotta, qualsiasi cosa ci sia da fare. inoltre, se c’è bisogno di autorizzazioni o firma, posso chiedere ai miei genitori, che si metteranno a completa disposizione. in tutto ciò che mi è possibile, mi presterò in prima persona, perché questa è una lotta che può ridonarmi la vita e io la affronterò a tutti i costi.

    grazie per l’attenzione e grazie soprattutto a te, Colopten, per la lotta che affronti ogni giorno!!! sono fiducioso nella riuscita.

  66. 66

    Paolo said,

    Ciao , è già da due mesi circa che assumo Mutaflor in compresse e devo dire che sta lentamente migliorando la situazione . Diciamo che non ho più attacchi improvvisi . Credo comunque che vada preso per lunghi periodi per verificarne l’efficacia . Sto associando anche compresse di Alga Klamath molto utile anche questa alga azzurra , se cercate su intenet potete leggere dei suoi benefici.

  67. 67

    Raimondo said,

    Soffro da sette anni di colon irritabile e intolleranza al lattosio ho provato di tutto ed ho trovato sollievo solo mangiando alimenti cotti al vapore , la mia dieta è la seguente: petti di pollo , fettine di vitella, fegato.polpettine di vitella, rombo, sogliola, merluzzo, trota,tutto cotto rigorosamente a vapore. verdure finocchi, patate, fagiolini. fagioli sempre cotti a vapore, insalata e pomodori a piacere . niente vino , tè caffè , niente cibi troppo caldi o troppo freddi, niente dolci , alla sera camomilla o malva con 20 gocce di menta piperita. Ho risolto il 70% dei problemi , oggi posso uscire con serenità senza il timore dell’attacco improvviso , provate i benefici si riscontrano già dopo i primi giorni.
    R. Foschini

  68. 68

    domeonweb said,

    Ho 33 anni e da circa 16 soffro di colon irritabile, di qualsiasi terapia o medicina o integratore si faccia una ricerca su internet si leggono pareri discordanti e molto diversi da caso in caso, da quel che ho potuto capire COLOPTEN mi sembra l’unico farmaco / integratore / vaccino / chiamatelo come volete che abbia mai avuto consenso UNANIME e POSITIVO da parte di chi ha potuto provarlo, ed ora che l’ho scoperto la casa che lo produceva non esiste più e l’unione europea ne vieta il commercio? Io certe cose non le capisco proprio, si chiama sindrome proprio perché non se ne conoscono le cause e l’unica cosa che attualmente parrebbe funzionare viene vietata.. allibito e adirato…

  69. 69

    Stochino gianna said,

    E un prodotto meraviglioso!!!!Ma..si trova nelle farmacie?O dove si può prendere?…

  70. 70

    silvia pedrini said,

    conosco colopten grazie ad un caro amico medico che me lo prescrisse durante la mia gravidanza! Nòn esiste niente di più efficace..un vero peccato la sua sospensione! Ora che sono celiaca ragione in più x provarlo!

  71. 71

    Nicola Pacelli said,

    Ciao. Non esiste un prodotto simile in altri Paesi Europei?

  72. 72

    Nicola Pacelli said,

    Mi riferivo al Colopten…

  73. 73

    Paolo said,

    Rivoglio subito il colopten, era fantastico.

  74. 74

    Gabriella said,

    Bè è passato un bel po’ di tempo da quando è stato pubblicato questo articolo ma voglio dare comunque la mia testimonianza. Ho usato il Colopten per moltissimi anni fin da ragazza perché ho sempre avuto problemi di colon irritabile e l’unico rimedio per alleviare dolori e gonfiore frequenti quasi quotidiani era proprio il Colopten. Non ho più potuto usarlo da quando è sparito dalle farmacie e in effetti sono pochi i medici che oggi sanno delle sue passata esistenza. Di recente ho subito una colecistictomia di urgenza con un operazione piuttosto invasiva. Oltre a un percorso post operatorio pesante il colon ha ripreso ad irritarsi arrivando a darmi coliti che non riesco a sistemare né con i fermenti lattici né con il carbone o una dieta adeguata. Così ho ripensato al Colopten cercavo di capire come mai non ci fosse più e se c’era un farmaco simile. Non mi rimane che sperare che qualche casa farmaceutica rimetta in commercio questo farmaco così utile. Un saluto.

  75. 75

    Paolo said,

    Ovviamente quando un farmaco funziona troppo bene gli altri non vengono più venduti e quindi lo si elimina. Io l’ho cercato disperatamente sia in italia che in svizzera ma non c’è ne più traccia. MALEDETTI.

  76. 76

    Sveva said,

    Ci sono novità?

  77. 77

    Salvo said,

    Salve .io lo prendevo molti anni fa e stavo da Dio….mi dicono che nn e’ piu’ in commerio e che forse li vendono in francia….possibile?


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: