Proposte

Più di una volta, mi è stato consigliato per questa faccenda, di intraprendere una raccolta firme. L’idea non è sbagliata, ma qui non si tratta di raccogliere chi è a favore o contro la realizzazione di una scala, l’attuazione di una legge o l’abbattimento di un palazzo…non è questione di opinioni, qui c’è in gioco la salute, stiamo parlando di un medicinale utilissimo scomparso perchè i produttori non erano a conoscenza delle sue proprietà per “malattie” che oggi non possono contare su rimedi efficaci, quello che conta in questa storia non è dividere favorevoli e non, chi non sarebbe d’accordo con la nostra richiesta! importante è raccogliere le testimonianze che dimostrano l’efficacia del Colopten, e diffondere il più possibile la notizia così da trovarne sempre di più. Tutto dipende da quanto riusciremo a farci sentire, più la cosa gira e prima riuscirà ad attirare l’attenzione di chi ha la facoltà di esaudire la nostra richiesta. Inoltre nel blog c’è un pagina (la nostra missione e le vostre testimonianze) creata appositamente per chi volesse esprimere il suo appoggio e la propria disponibilità.

Ciò che invece ritengo utile e a breve tenterò di realizzare è una grande catena di volantini, sperando nell’aiuto di tutti voi che visitate questo blog da tutta Italia, e anche dall’estero. Si tratterà di stampare qualche foglio ciascuno, fare qualche fotocopia con una spesa minima, perchè se saremo in molti basteranno pochi fogli ciascuno, e distribuirli in determinati punti delle città, mi spiego: spargerli a caso come si fa con la pubblicità per questo genere di informazione serve a poco, vi faccio un esempio, se leggessi un volantino del genere in pizzeria mentre sono tutta presa dallo shopping me ne fregherei, neanche finirei di leggerlo, in un ospedale o una sala d’attesa dove di solito mi giro i pollici un ora ed ho il tempo per catalogare tutti i granelli di polvere sul pavimento e i nomi dei pittori dei quadri appesi alle pareti, di certo lo leggerei prestando attenzione. Naturalmente spargerli ovunque sarebbe meglio (tutto fa brodo) ma io non sono un candidato in campagna elettorale che si indebita per spillette e fogliettini, e non posso neanche chiedervi di spendere cifre consistenti per delle fotocopie, così la parola d’ordine per questa iniziativa sarà “pochi ma buoni”: nelle farmacie, gli ospedali, le sale d’attesa, le piazze principali delle città…

Ps: vi ricordo che sono sempre a vostra disposizione per qualsiasi proposta e informazione.

Annunci

1 Response so far »

  1. 1

    D'Amico Paolo said,

    Mi chiamo Paolo, mi sono collegato per caso al vostro blog relativo al Colopten (l’ho assunto per circa 30 anni) ed ho potuto costatare che siete in molti nella mia stessa situazione. Anch’io, infatti, dopo la mancata produzione del Colopten sono stato male: mal di pancia, senso di nausea ecc. (lo prendevo anche per una grave forma aftosa, ed era l’unico medicinale veramente valido). La Colifagina è il solo prodotto che si accosta, ma non ha assolutamente la stessa efficacia. Purtroppo anch’esso il 4 maggio 2011 è stato ritirato! Confrontando i due prodotti, risulta che entrambi hanno dei batteri colibacillari, anche se la Colifagina ne ha qualcuno in più, ma il ceppo batterico che fa la differenza è lo staphylococcus aureus contenuto nel Colopten. Non potrebbe essere allora che i nostri mali derivino da una infezione da staphylococcus aureus? Dopo anni di sofferenze e di ricerche credo di aver trovato la cura omeopatica sostitutiva, che riproduce i componenti del Colopten e che, almeno per me, risulta addirittura più efficace! Premetto che non sono un medico omeopatico ma solo una persona interessata e appassionata a questo tipo di medicina alternativa (ho comprato molti testi, anche stranieri), per cui, ripeto, anche se a me ha fatto bene, vi consiglio, anzi è assolutamente obbligatorio, prima di assumere le medicine omeopatiche che vi indicherò, di consultare un bravo medico omeopatico. La cura che ho seguito è questa: a) STAPHILOCOCCINUM 5CH granuli (Casa farmaceutica Boiron), b) COLIBACILLINUM 9CH dose unica globuli (sono più piccoli dei granuli) (Casa farmaceutica Unda). Ho riempito d’acqua minerale una boccia di vetro per oltre la metà (ho utilizzato quella piccola per la Nutella) e vi ho versato sette granuli di STAPHILOCOCCINUM 5CH, quindi ho agitato la boccia fino a quando i granuli si sono sciolti. Alla fine ne ho bevuto un piccolo sorso, lasciandolo in bocca per oltre cinque minuti (se si hanno delle afte anche oltre 15 minuti), quindi l’ho inghiottito. Ho ripetuto la stessa procedura ogni due/tre ore (dipende dalla gravità della malattia, per cui i sorsi potrebbero essere più distanziati), badando prima ad agitare per una ventina di volte la boccia. Allo stesso modo ho versato 10 globuli di COLIBACILLINUM 9CH in un’altra boccia e dopo averli fatti sciogliere ed agitare ne ho bevuto un sorso 2 volte al giorno, trattenendolo prima in bocca. Ho prolungato la cura per una quindicina di giorni, ma dopo 2/3 giorni ho avuto subito un netto miglioramento. La riuscita della cura dipende anche dal giusto rapporto dei due medicinali, dalla dose di ciascuno di essi e dalla loro ripetizione, ecco perchè è necessario consultare un medico omeopatico (naturalmente indicando i due medicinali) così che possa regolare la cura in base alle esigenze di ciascuna persona. Spero che queste mia esperienza possa servire a qualcuno.


Comment RSS · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: